BLOG

blog

LEZIONI DI TRAPATTONESE

Giovanni Trapattoni è stato il c.t.
più popolare d’Italia.
Ecco la Top 10 delle sue frasi MAI CAPITE.

1 – LA PROVERBIALE
«Mai dire gatto se non ce l’hai nel sacco».

2 – LA DOTTA
«Non compriamo uno qualunque per fare qualunquismo».

3 – LA FILOSOFICA
«Giocatori con caratteristiche diverse poi si eludono a vicenda e diventa poi anche difficile proporsi in emozione come usate dire voi».

4 – L’EQUIVOCA
«Sia chiaro però che questo discorso resta circonciso tra noi».

5 – LA POETICA
«Il nostro calcio è prosa, non poesia».

6 – LA MASSMEDIOLOGICA
«Il propagandarsi o l’essere protagonista comunque sulla base quotidiana dei mezzi di comunicazione, è una esigenza che molti hanno ma che è altamente inflazionistica».

7 – LA NARCISA
«Questo mio atteggiamento è un attestato. E io ci credo molto perché è credibile».

8 – L’AMARCORD
«L’essere eruditi e preparati ha avuto una sua necessità… rispetto al passato ci sono degli approcci sicuramente più veritieri di tante fantasie».

9 – LO SPROLOQUIO
«No. Diciamo che puntualmente ogni tanto affiorano queste situazioni però lasciamo stare come stanno le cose perché mi sembra che da un’analisi fatta di una gara si sia voluto così creare una situazione fumogena molto, molto intensa».

10 – L’IRA TEUTONICA
«Was erlabt sich ein Strunz?» (Come si permette uno Strunz?).

Brani tratti dall’intervento di Giovanni Trapattoni alla convention TIM Consumer a Sorrento.

«Saltare di palla in frasca».
«Perché altrimenti alla fine della giornata ci rimane zero virgola zero al quoto».
«È una espressione esterna di chi analizza da fuori».
«Immagino che tutti voi siete single, nel senso di lavoro individuale».
«Eravamo tutti col coltello nei denti».
«Ieri viaggiavo ed ero non so dove, mi pare a San Siro».
«È noia annoiarsi».
«Gli angoli non si dividono».
«Martellate sui calli».
«In america, non me ne vogliano gli americani, 150 anni fa c’erano gli indiani, e c’era Pecos Bill che tirava le frecce».
«È come la storia di Golia e il gigante».
«La situazione ci è sfuggita di mano e siamo un serpente con la coda in bocca».
«Quei posti di collocamento dove il tifoso comprava il biglietto».
«C’ho l’indotto dietro».
«Fenomeno eterogeneo sociale per cui il nero e il bianco camminano insieme per strada».
«Né lo digerisco, né lo sputo. lo tengo li in apnea». (ndr: il rospo)

3

13521

0

By Quelli di Comix

1 Commento

Lascia un commento

LEGGI ANCHE QUESTE!

Scomix by Sio

By Quelli di Comix

179

7365

1

L’e-commerce di Comix è finalmente online!

By Quelli di Comix

0

1024

0

Zaini e astucci Comix 2020/2021

By Quelli di Comix

80

35271

5

La Strana Comix, l’agenda che ti porta nel Sottosopra!

By Quelli di Comix

213

40409

9

ANCHE QUESTE NON SONO MALE...

l'unica newsletter che non ti terrà aggiornato su nulla.
promesso.

© 2021 Franco Cosimo Panini Editore S.p.A. • www.fcpscuola.itPRIVACY