BLOG

blog

I locali più belli (dei locali brutti)

By Grillo

Sìììì! Sì cosa? Per voi che cercate lo sballo dello sballamento, andiamo tutti a sballare sui tavoli dei locali più belli del mondo e forse anche del Madagascar. Madagascar? Ma ricordatevi: indossate sempre il casco quando entrate in una discoteca, la prudenza prima di tutto.

Contromarca

Alcatraz: Il nome ricorda quello della famosa prigione, infatti mi sa che mi sono sbagliato. Invece dei buttafuori, all’entrata ci sono i secondini che ti chiedono per cosa sei dentro e puoi andare in bagno solo nell’ora d’aria. Comunque, quando il dj ha cominciato a mettere musica d’evasione, mi sono calato dalla finestra con lenzuola intrecciate. Il rancio fa schifo.

Capannina di Forte dei Marmi
: E’ una capannina. È fatta di marmo. Dentro la capannina ci sono gli indianini. Fatti di marmo. Non andate a ballare, restate seduti sui divanetti. Se vi calpestano un piede, ve lo stritolano. Tanto poi il ballo che va per la maggiore è la danza della pioggia.

La Cantinetta della Zia Peppa: La Zia Peppa è sorda come una campana e lascia sempre una finestra aperta. Tutte le sere la gente si cala nella cantinetta e spara musica a tutto volume, tanto lei non sente. L’unica pecca sono le bevute. Nella casa della Zia Peppa, al massimo puoi farti un drink col semolino o con le pesche sciroppate.

Cocoricòtta
: Uno dei posti più trendy, più cool, più funky, più bobby, più frinzy e poi un sacco di altre parole a caso, tutte rigorosamente senza senso. L’unica discoteca in cui servono cocktail a base di ricotta (i ricocktail). Uscirete grassi come ippopotami ma con un’invidiabile apporto di calcio e proteine. Le donne entrano gratis ma solo se portano un cesto di pere.

La Punto Truccata di Pino il Tamarro: Una discoteca da passeggio. La Punto di Pino il Tamarro va, lanciata, a 40 chilometri all’ora. Di più non fa perché le casse pesano due tonnellate e sono talmente grosse che Pino ha dovuto prendere la patente per il camion. Quando ha messo il subwoofer, non c’era più posto e ha dovuto togliere una ruota. Quando Pino il Tamarro parcheggia e accende l’autoradio si allerta la Protezione Civile. Se volete ballare sulla Punto di Pino il Tamarro sbrigatevi, è previsto che tra un paio di accensioni le casse non reggeranno più e salterà tutto per aria.

10

4051

0

By Quelli di Comix

1 Commento

Lascia un commento

LEGGI ANCHE QUESTE!

Comix Flash: per un anno superbrillante!

By Quelli di Comix

98

56423

10

Vita da Comix 2021: al via il concorso!

By Quelli di Comix

137

2499

6

Zaini e astucci Comix 2020/2021

By Quelli di Comix

80

35260

5

L’e-commerce di Comix è finalmente online!

By Quelli di Comix

0

1021

0

ANCHE QUESTE NON SONO MALE...

l'unica newsletter che non ti terrà aggiornato su nulla.
promesso.

© 2021 Franco Cosimo Panini Editore S.p.A. • www.fcpscuola.itPRIVACY