vedi tutti i post del blog
chiudi
TUTTI I RECORD DEL CALCIO

Una allegra carrellata di record buffi e curiosi dello sport vissuto più seriamente al mondo: il calcio.

Il record di titoli di capocannoniere spetta a Igor Protti, nato a Rimini il 24-9-1967: è l?unico in Europa ad aver conquistato lo scettro di re dei bomber in tutte le categorie: Serie A (col Bari, 1995-96: 24 gol), Serie B (col Livorno, 2002-03: 23 reti), Serie C (col Livorno, Serie C1 2001-02: 27 reti).

Il primato di autogol spetta a Riccardo Ferri, difensore dell?Inter, che in carriera ne totalizzò 8: 28-3-1982, Roma-Inter 3-2; 2-10-1983, Ascoli-Inter 1-0; 22-9-1985, Inter-Avellino 3-1; 26-10-1986, Juventus-Inter 1-1; 10-5-1987, Atalanta-Inter 1-0; 20-12-1987, Inter-Milan 0-1; 25-3-1990, Inter-Atalanta 7-2; 2-4-1994, Juventus-Inter 1-0.

Il primato di autoreti in una partita di Serie A fu stabilito 29 gennario 1961 a Milano, Inter-Catania 5-0, con un gol di Morbello e ben quattro autoreti: due di Giavara, una di Grani, una di Corti.

Il primato dell?autorete curiosa è stato stabilito da Franco Baresi, difensore del Milan, che il 18 febbraio 1993, nel corso dell?amichevole Athletic Bilbao-Milan, passò la palla indietro al proprio portiere Sebastiano Rossi: la sfera incocciò una bottiglietta e cambiò direzione, ingannando l?estremo difensore e finendo in rete.

Un’altro primato per l?autorete più curiosa in Serie A è stato stabilito dal difensore dell?Udinese Valerio Bertotto: il 17 novembre 1996, al 29° di Atalanta-Udinese, l?atalantino Bonacina calcia verso l?area avversaria, il difensore avversario Bertotto intercetta e tocca all?indietro per il proprio portiere Battistini, senonché il pallone colpisce una zolla del terreno, cambia la propria traiettoria ingannando l?estremo difensore e finisce in rete. La partita finirà 1-0.

Il primato del gol di testa da lontano appartiene a Luigi Burlando: il 21 maggio 1922, a Milano, a 19 minuti dalla fine di Italia-Belgio, il centromediano azzurro ribattè di testa la respinta di un terzino avversario. Ne uscì una parabola lunghissima, il portiere avversario De Bie uscì dai pali, ma fu tradito dal rimbalzo a terra del pallone, che lo scavalcò finendo in rete.La partita finì 4-2 per l?Italia.

Il primato del gol più… lungo della Serie A è appannaggio di George Weah, il centravanti liberiano del Milan che l?8 settembre 1996, prima di campionato a San Siro contro il Verona, a quattro minuti dalla fine partì dalla propria area di rigore, raccogliendo un pallone da un corner avversario, attraversò come un lampo il terreno di gioco superando quattro avversari (Caverzan, Bacci, Fattori e Corini), per presentarsi davanti al portiere Gregori e fulminarlo non appena entrato in area. Venne calcolato che l?asso africano aveva percorso 85 metri col pallone in 14 secondi.

inviato il: 8 febbraio 2007 -  by:  quelli di Comix
5766
0


× 8 = cinquanta sei